AlimentazioneOligoelementi

Gli oligoelementi svolgono una funzione fondamentale per il nostro organismo: contribuiscono al corretto sviluppo e alla crescita e contrastano disfunzioni fisiologiche e umorali.

Ecco quali sono e a cosa servono.

Gli oligoelementi sono elementi chimici presenti in piccolissime quantità nel nostro organismo.

Come micronutrienti, sono importanti per lo sviluppo e la crescita del nostro organismo e riequilibrano molte delle funzionalità basilari, oltre a contrastare disfunzioni fisiologiche e umorali.

A cosa servono gli Oligoelementi?

Gli oligoelementi hanno la funzione di attivare alcuni processi metabolici.

Possono favorire o migliorare lo stato di salute quando questo è compromesso dal cattivo funzionamento di organi che, per una qualsiasi ragione, non siano più in grado di svolgere in maniera normale le proprie funzioni.

Se un organo malfunzionante non è danneggiato ma semplicemente “impigrito” da un cattivo equilibrio chimico del corpo, l’assunzione di piccolissime quantità di microelementi migliora sensibilmente la sua funzionalità.

Dove si trovano gli oligoelementi?

Per quanto poco conosciuta, esiste una definizione di oligoelementi: sono vitamine inorganiche.

Le vitamine non vengono sintetizzate dal corpo, ma devono essere immesse dall’esterno.

L’assenza di oligoelementi, così come l’assenza di vitamine, provoca blocchi del funzionamento dell’organismo.

Le tecniche di coltivazione moderne hanno depauperato i prodotti agricoli di oligoelementi.

Proprio per questo motivo oggi è necessario integrare gli oligoelementi in maniera mirata, attraverso la loro assunzione allo stato puro.

Si consiglia quindi l’acquisto di:

  • prodotti erboristici coltivati in modo naturale
  • integratori specifici contenenti potassio e magnesio
  • frutta e verdura di agricoltura biologica.

Elenco degli oligoelementi e loro funzioni

Gli oligominerali sono molti e ognuno dei quali viene utilizzato per scopi specifici.

Conoscere le proprietà di ogni oligominerale è fondamentale per utilizzarlo in maniera appropriata.

Tra gli oligoelementi il rame è utilizzatissimo per il trattamento di malattie infettive come l’influenza così come degli stati infiammatori di origine virale.

Funziona perfettamente in combinazione con la Vitamina C e i farmaci non steroidei (FANS).

Il manganese cobalto è utilissimo per mitigare stati d’ansia che conducono a insonnia, agitazione e disturbi dell’umore, così come la pulsatilla che combatte ansia, depressione e insonnia.

A livello fisico cura disturbi circolatori, ulcere, coliti, atrite.

Il cobalto è in grado di regolare la pressione arteriosa mitigando spasmi e svolgendo un’azione antagonista sull’adrenalina.

Aiuta a gestire i disturbi spasmodici degli arti, le palpitazioni, i crampi agli arti inferiori.

Il litio ha ampiamente dimostrato di poter curare l’ansia, l’iperemotività, le tendenze depressive di tipo reattivo o recidivo, l’abulia, l’insonnia di origine ansiosa, il dolore muscolare quando deriva da stati di contrazione nervosa duratura.

Il manganese aiuta a trattare l’iperattività, la discontinuità, l’astenia, le improvvise alterazioni della pressione che spesso portano cefalee, vertigini e tachicardie e, come la meditazione, aiuta a ridurre il nervosismo.

Oro, Argento e Rame sono metalli preziosissimi anche nella cura di fenomeni depressivi, diminuzione delle facoltà intellettive, diminuzione della libido, affaticamento diffuso e continuativo, che non migliora nemmeno dopo il riposo notturno.

A livello fisico questo trittico di oligominerali guarisce la carenza di anticorpi, gli effetti dello stress, l’invecchiamento.

L’associazione degli oligoelementi zinco e rame è ottima per il trattamento di problematiche legate all’apparato sessuale come ritardi dello sviluppo sessuale legati a una causa di tipo ormonale, disfunzioni ovariche e del ciclo mestruale, andropausa e menopausa.

L’associazione degli oligoelementi zinco, nichel e cobalto è un regolatore ormonale e migliora la funzionalità dell’ipofisi – da tenere comunque sotto controllo con gli esami per la tiroide – e del pancreas.